venerdì 16 maggio 2008

Hunter


2 commenti:

Davide ha detto...

Ogni volta che leggo il tuo blog mi si inumidiscono gli occhi dalla felicità... Anche mentre sto scrivendo questo, un sorriso quasi isterico invade il mio faccino :)
E' impressionante l'abilità con cui scrivi. Mi affascina troppo leggere i tuoi pensieri. Fare, in un certo senso, parte ancora della tua vita :D
Ma i tuoi progetti del libro, delle storie che scrivevi, del libro che volevi che io ti illustrassi...che fine hanno fatto?
Daiiiii.... hai venduto il biglietto di Bjork? Non ci credo? e quanto l'avevi pagato? Io quando ho saputo che veniva in italia ho subito pensato a te ;)
Novità: Domenica 18 parto per il giappone :D non mi sembra vero. Speriamo di vedere la mia amata Ayumi. Avrei voluto pure andare al concerto, ma comprare il biglietto è stato praticamente impossibile :< Praticamente i soldi che ho guadagnato lavorando li spendo tutti là... quando torno dovrò rivalutare l'offerta della Allmalestudio :>
Comunque ti porterò tante belle cosine, oltre a un mucchio di foto... anche se tornare sarà davvero un problema... è sempre brutto svegliarsi dopo un bel sogno :)
Sentito l'ultimo CD di Madonna? poteva fare di meglio. "Give it 2 me" è da ballare le ultime 2 "Devils" e "Voices" sono fantastiche. Cmq io preferisco ancora la Madonna di CONFESSIONS...

Ora ti saluto. Domani mi aspetta una giornata intensa... ancora devo fare la valigia!!! Un bacione grande grande. E ricorda che io ti penso sempre. Sei la prima persona a cui ho voluto (e voglio) un mondo di bene.

Anonimo ha detto...

Egregio Mr.No,
Seguo i suoi post e spesso mi diverto, altre volte rifletto.
Spesso rifletto sul fatto che ogni essere umano sia un piccolo universo ma che quest'ultimo non debba essere autoreferenziale, soprattutto se si desidera scrivere ed imboccare la difficile strada del "narrare".
L'introspezione ha diverse sfumature, tutte utilissime ma alcune possono essere infide.
Attendo con pazienza che inizi a parlare degli altri, poichè quando questo avverrà avrà probabilmente imboccato la strada giusta. La rischiosa alternativa è che questo spazio... molto utile ed interessante, si possa trasformare in "radio cazzi nostri", l'equivalente "di pubbliche mail" piuttosto che in una vetrina di divertenti aneddoti, intelligenti riflesioni e magari qualche amara ed ironica riflessione. La esorto quindi a non parlare dell'uno, ma di qualcuno o dei centomila individui che incontra o che si celano fra le pieghe della sua mente e... cazzo! Mi è caduto il Martini!
Guarda che casino...! beh, insomma, arrivederci.

Sig. Pulviscolo